Explore Rende Il, Una Maggiore and more!

Explore related topics

Cosa rende il genere umano un’eccezione così particolare nel mondo naturale? Come mai, se biologicamente siamo così simili agli altri mammiferi presenti sul pianeta, il nostro comportamento è al contrario così diverso? Homo sapiens ha mostrato nel corso della storia evolutiva una maggiore adattabilità a qualsiasi habitat naturale, una maggiore efficienza tecnica e una maggiore capacità di organizzare società complesse e cooperative. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Cosa rende il genere umano un’eccezione così particolare nel mondo naturale? Come mai, se biologicamente siamo così simili agli altri mammiferi presenti sul pianeta, il nostro comportamento è al contrario così diverso? Homo sapiens ha mostrato nel corso della storia evolutiva una maggiore adattabilità a qualsiasi habitat naturale, una maggiore efficienza tecnica e una maggiore capacità di organizzare società complesse e cooperative. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Per la prima volta un affresco generale dell’evoluzione proposto attraverso l’indagine delle profonde analogie fra l’evoluzione delle culture e l’evoluzione biologica. Il grande genetista di Stanford presenta in questo agile e denso volume il manifesto della sua prospettiva storica sulla cultura umana. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Per la prima volta un affresco generale dell’evoluzione proposto attraverso l’indagine delle profonde analogie fra l’evoluzione delle culture e l’evoluzione biologica. Il grande genetista di Stanford presenta in questo agile e denso volume il manifesto della sua prospettiva storica sulla cultura umana. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Un libro divulgativo e specialistico al tempo stesso, nella tradizione dei grandi libri del passato, scritti per il pubblico “generico” ma anche per i colleghi scienziati, proprio come avvenne per Darwin e il suo L’origine della specie nel 1859. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Un libro divulgativo e specialistico al tempo stesso, nella tradizione dei grandi libri del passato, scritti per il pubblico “generico” ma anche per i colleghi scienziati, proprio come avvenne per Darwin e il suo L’origine della specie nel 1859. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Lo studio e l’osservazione delle galassie è da sempre il nodo centrale del crescente interesse per l’origine del cosmo, e rimane tuttora uno dei temi fondamentali dell’astronomia. John Gribbin sa come coinvolgere il lettore in un viaggio che a partire dalle osservazioni a occhio nudo degli antichi passa all’invenzione del cannocchiale e del telescopio per arrivare alle ultime frontiere della ricerca (...) [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Lo studio e l’osservazione delle galassie è da sempre il nodo centrale del crescente interesse per l’origine del cosmo, e rimane tuttora uno dei temi fondamentali dell’astronomia. John Gribbin sa come coinvolgere il lettore in un viaggio che a partire dalle osservazioni a occhio nudo degli antichi passa all’invenzione del cannocchiale e del telescopio per arrivare alle ultime frontiere della ricerca (...) [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Lo sviluppo dell’economia della conoscenza, la formazione di una nuova classe costituita dai lavoratori della conoscenza e la diffusione di Internet annunciano il possibile passaggio dal capitalismo speculativo a un nuovo modo di produzione, basato sulla cooperazione e la democrazia economica. Infatti paradossalmente la conoscenza, su cui si fonda il capitalismo più avanzato, ha caratteristiche difficilmente compatibili con il capitalismo stesso (...) [Continua a leggere cliccando…

Lo sviluppo dell’economia della conoscenza, la formazione di una nuova classe costituita dai lavoratori della conoscenza e la diffusione di Internet annunciano il possibile passaggio dal capitalismo speculativo a un nuovo modo di produzione, basato sulla cooperazione e la democrazia economica. Infatti paradossalmente la conoscenza, su cui si fonda il capitalismo più avanzato, ha caratteristiche difficilmente compatibili con il capitalismo stesso (...) [Continua a leggere cliccando…

Gli evoluzionisti hanno aggiunto alle cinque grandi “estinzioni di massa” che nel corso della storia per cause molteplici – impatti di asteroidi, oscillazioni climatiche – hanno cancellato intere porzioni della biodiversità terrestre, una “sesta estinzione”, la prima causata da una sola specie, l’Homo sapiens. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Gli evoluzionisti hanno aggiunto alle cinque grandi “estinzioni di massa” che nel corso della storia per cause molteplici – impatti di asteroidi, oscillazioni climatiche – hanno cancellato intere porzioni della biodiversità terrestre, una “sesta estinzione”, la prima causata da una sola specie, l’Homo sapiens. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

In che modo il terrore provato da un bambino nel sentire i colpi dei nazisti alla porta di casa, la vigilia della Notte dei cristalli, si è impresso come una cicatrice nel tessuto molecolare e cellulare del cervello, con una forza tale da consentirgli di rivivere quell’esperienza a decenni di distanza? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

In che modo il terrore provato da un bambino nel sentire i colpi dei nazisti alla porta di casa, la vigilia della Notte dei cristalli, si è impresso come una cicatrice nel tessuto molecolare e cellulare del cervello, con una forza tale da consentirgli di rivivere quell’esperienza a decenni di distanza? [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Proposto all’inizio degli anni '70 da S.J. Gould e da N. Eldredge in un celebre articolo (Punctuated Equilibria. An Alternative to Phyletic Gradualism), il concetto di equilibrio punteggiato ha segnato una svolta decisiva negli studi dedicati all’evoluzione delle specie. Tra gli scienziati era in quegli anni predominante l’immagine del processo evolutivo come una progressione graduale e cumulativa di caratteri, un meccanismo di lento avanzamento. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Proposto all’inizio degli anni '70 da S.J. Gould e da N. Eldredge in un celebre articolo (Punctuated Equilibria. An Alternative to Phyletic Gradualism), il concetto di equilibrio punteggiato ha segnato una svolta decisiva negli studi dedicati all’evoluzione delle specie. Tra gli scienziati era in quegli anni predominante l’immagine del processo evolutivo come una progressione graduale e cumulativa di caratteri, un meccanismo di lento avanzamento. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Gli esseri umani sono la sola specie in natura ad avere sviluppato una elaborata divisione del lavoro fra estranei. Anche una cosa semplice come l’acquisto di una camicia dipende da una rete sorprendente di interazioni e organizzazioni che attraversano il mondo. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Gli esseri umani sono la sola specie in natura ad avere sviluppato una elaborata divisione del lavoro fra estranei. Anche una cosa semplice come l’acquisto di una camicia dipende da una rete sorprendente di interazioni e organizzazioni che attraversano il mondo. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Compiere un percorso di avvicinamento al tumore che sia contemporaneamente un allentamento della paura: ecco la grande scommessa di Speranza di domani. David Khayat conosce da vicino il dolore, da vicino frequenta le vite in bilico dei malati, e da oncologo è quotidianamente coinvolto nella lotta contro il tumore. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Compiere un percorso di avvicinamento al tumore che sia contemporaneamente un allentamento della paura: ecco la grande scommessa di Speranza di domani. David Khayat conosce da vicino il dolore, da vicino frequenta le vite in bilico dei malati, e da oncologo è quotidianamente coinvolto nella lotta contro il tumore. [Continua a leggere cliccando sull'immagine]

Pinterest
Search