Explore these ideas and much more!

la citta ideale | è vita nella “Città ideale” » Città ideale – dipinto ...

la citta ideale | è vita nella “Città ideale” » Città ideale – dipinto ...

Città ideale, Galleria Nazionale delle Marche, Urbino  L'opera, una delle immagini simbolo del Rinascimento italiano, vide la luce alla raffinata corte urbinate di Federico da Montefeltro ed è stata alternamente attribuita a molti degli artisti che vi gravitarono attorno: tra i nomi proposti ci sono Piero della Francesca, Luciano Laurana, Francesco di Giorgio Martini.

Città ideale, Galleria Nazionale delle Marche, Urbino L'opera, una delle immagini simbolo del Rinascimento italiano, vide la luce alla raffinata corte urbinate di Federico da Montefeltro ed è stata alternamente attribuita a molti degli artisti che vi gravitarono attorno: tra i nomi proposti ci sono Piero della Francesca, Luciano Laurana, Francesco di Giorgio Martini.

La Città ideale è un dipinto tempera su tavola (67,5x239,5 cm) di autore ignoto, databile tra il 1480 e il 1490 e conservato nella Galleria Nazionale delle Marche a Urbino

La Città ideale è un dipinto tempera su tavola (67,5x239,5 cm) di autore ignoto, databile tra il 1480 e il 1490 e conservato nella Galleria Nazionale delle Marche a Urbino

La "Città Ideale" della Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, la "Città Ideale" alla Walters Art Gallery di Baltimora, la "Città Ideale" del Bode Museum di Berlino

La "Città Ideale" della Galleria Nazionale delle Marche di Urbino, la "Città Ideale" alla Walters Art Gallery di Baltimora, la "Città Ideale" del Bode Museum di Berlino

La Città Ideale di Laurana, poteva essere ricostruita con le sole regole della prospettiva da qualunque geometra o studente di architettura,  senza conoscere il significato dei “rapporti” delle misure dell’opera. Qualunque unità di misura abbia usato Laurana per La Città Ideale di Urbino, il “rapporto” tra la misura dell’altezza e la base del dipinto era, è, sarà per sempre: 26 x 92. Queste misure possono essere trasformate in qualunque altra unità di misura.

La Città Ideale di Laurana, poteva essere ricostruita con le sole regole della prospettiva da qualunque geometra o studente di architettura, senza conoscere il significato dei “rapporti” delle misure dell’opera. Qualunque unità di misura abbia usato Laurana per La Città Ideale di Urbino, il “rapporto” tra la misura dell’altezza e la base del dipinto era, è, sarà per sempre: 26 x 92. Queste misure possono essere trasformate in qualunque altra unità di misura.

Attribuito a Francesco di Giorgio Martini o a Francesco Laurana, Città ideale. 1480-1490, Urbino, Galleria Rionale delle Marche. La tavola è una silenziosa veduta architettonica dove le geometrie perfette degli edifici misurano e scandiscono spazi rigorosi, simbolo della cultura prospettica e umanistica della corte di Urbino. Elemento centrale è un grande edificio circolare di carattere pubblico, ma non necessariamente religioso. Il tempio a pianta centrale diventerà ben presto uno dei più…

Attribuito a Francesco di Giorgio Martini o a Francesco Laurana, Città ideale. 1480-1490, Urbino, Galleria Rionale delle Marche. La tavola è una silenziosa veduta architettonica dove le geometrie perfette degli edifici misurano e scandiscono spazi rigorosi, simbolo della cultura prospettica e umanistica della corte di Urbino. Elemento centrale è un grande edificio circolare di carattere pubblico, ma non necessariamente religioso. Il tempio a pianta centrale diventerà ben presto uno dei più…

Pinterest
Search